MIGLIOR ITINERARIO 2017

Un Giorno a Cortona

Tour classico Cortona

Percorso  del centro storico della città di Cortona
a cura di Valeria Lorenzini

L’ itinerario  vi guiderà attraverso le bellezze storico artistiche della città;  tra palazzi, chiese, monumenti e scorci paesaggistici.

Si parte da Porta Bifora una delle principali porte della Città, da qui proseguiremo per Via Guelfa attraversando Porta San Vincenzo, dove raggiungeremo il cuore della Città. Piazza della Repubblica, luogo dove si incrociavano le due strade principali della Cortona Romana, il Cardo e Decumano, gli assi Nord-Sud ed Est-Ovest, qui, nasceva il foro, il centro della città.

Sulla Piazza sorgono importanti edifici storici come:  Palazzo Comunale, risalente all’XII secolo, il Palazzo del Capitano del popolo, diventato nel XVI secolo Palazzo Passerini, le Logge della Pescheria e deliziosi scorci tra piazzette e palazzi rinascimentali.

Proseguendo il percorso arriveremo in Piazza Signorelli, dove si affaccia l’austero e prestigioso Palazzo Casali, oggi sede del Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, MAEC.

Il Palazzo ha origini Duecentesche, venne abitato dalla potente famiglia Casali, Signori della Città dal 1325 al 1409.
Il Teatro Signorelli situato nell’omonima Piazza. Possibilità di visitare anche l’interno del Teatro.

Scendendo per Via Casali, raggiungeremo Piazza del Duomo, con la Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta del XVI secolo. In origine fu Pieve di Santa Maria documentata nell’XI secolo ed edificata sui resti di un antico tempio pagano. Quando nel 1325 venne istituita la diocesi cortonese non fu scelta come cattedrale, ma i locali annessi furono eretti a residenza vescovile.

Di fronte troveremo altro importante edificio di culto la Chiesa del Gesù con il suo prestigioso oratorio. La chiesa oggi è sede del Museo Diocesano della Città di Cortona,  istituito nel 1945, oltre alla raffinata Annunciazione del Beato Angelico , vi sono opere del Maestro Luca Signorelli tra cui il Compianto dei Cristo morto dipinto nel 1502 per l’altare maggiore della chiesa di Santa Margherita di grande forza plastica  delle figure e vivace cromia.

Prestigiosa è la splendida Assunta che porge la cintola a San Tommaso opera di Bartolomeo della Gatta, datata ai primi anni Settanta del Quattrocento.
Dalla Piazza si potrà, inoltre ammirare, un bellissimo panorama pre appenninico  con l’alta del Monte Sant’Egidio (1057mt).

Proseguimento del tour in Via Jannelli, con visita esterna delle pittoresche Case Medioevali. Da qui si ritornerà in Piazza della Repubblica salendo per Via Roma, dove potrete ammirare la parte retrostante del Palazzo Comunale e la sua Torre.

Salendo per Via Benedetti e Via Maffei si giungerà difronte alla Monumentale Chiesa di San Francesco, costruita su una grande terrazza artificiale, di origine probabilmente Romana, luogo delle Terme,  i ” Bagni della Regina”.  La chiesa venne progettata tra il 1245 – 1246, da Frate Elia Coppi Primo ministro generale dell’ordine dei Frati Minori.

La  originarie forme dell’architettura conventuale, sobrie e rigorose, vennero stravolte a partire dalla fine del XVI secolo, quando furono scialbati gli affreschi che abbellivano le pareti e furono messi in opera gli altari laterali in pietra serena.

La Chiesa di San Francesco è il primo e il più qualificante esempio di una tipologia che risulta la più diffusa nell’ambito dell’architettura francescana. La chiesa si innalza maestosa sulla scalinata rifatta nella prima metà del XVII secolo. All’interno vengono conservate le reliquie insigni: il cuscino funebre di San Francesco, e il reliquiario della Croce Santa, oltre a un saio appartenuto, secondo la tradizione a San Francesco.

PROSEGUI ALLA SECONDA PARTE

MIGLIOR ITINERARIO 2017

Un Giorno a Cortona

Tour classico Cortona

Percorso  del centro storico della città di Cortona
a cura di Valeria Lorenzini

L’ itinerario  vi guiderà attraverso le bellezze storico-artistiche della città;  tra palazzi, chiese, monumenti e scorci paesaggistici.

Si parte da Porta Bifora una delle principali porte della Città, da qui proseguiremo per Via Guelfa attraversando Porta San Vincenzo, dove raggiungeremo il cuore della Città. Piazza della Repubblica, luogo dove si incrociavano le due strade principali della Cortona Romana, il Cardo e Decumano, gli assi Nord-Sud ed Est-Ovest, qui, nasceva il foro, il centro della città.

Sulla Piazza sorgono importanti edifici storici come:  Palazzo Comunale, risalente all’XII secolo, il Palazzo del Capitano del popolo, diventato nel XVI secolo Palazzo Passerini, le Logge della Pescheria e deliziosi scorci tra piazzette e palazzi rinascimentali.

Proseguendo il percorso arriveremo in Piazza Signorelli, dove si affaccia l’austero e prestigioso Palazzo Casali, oggi sede del Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, MAEC.

Il Palazzo ha origini Duecentesche, venne abitato dalla potente famiglia Casali, Signori della Città dal 1325 al 1409.
Il Teatro Signorelli situato nell’omonima Piazza. Possibilità di visitare anche l’interno del Teatro.

Scendendo per Via Casali, raggiungeremo Piazza del Duomo, con la Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta del XVI secolo. In origine fu Pieve di Santa Maria documentata nell’XI secolo ed edificata sui resti di un antico tempio pagano. Quando nel 1325 venne istituita la diocesi cortonese non fu scelta come cattedrale, ma i locali annessi furono eretti a residenza vescovile.

Di fronte troveremo altro importante edificio di culto la Chiesa del Gesù con il suo prestigioso oratorio. La chiesa oggi è sede del Museo Diocesano della Città di Cortona,  istituito nel 1945, oltre alla raffinata Annunciazione del Beato Angelico , vi sono opere del Maestro Luca Signorelli tra cui il Compianto dei Cristo morto dipinto nel 1502 per l’altare maggiore della chiesa di Santa Margherita di grande forza plastica  delle figure e vivace cromia.

Prestigiosa è la splendida Assunta che porge la cintola a San Tommaso opera di Bartolomeo della Gatta, datata ai primi anni Settanta del Quattrocento.
Dalla Piazza si potrà, inoltre ammirare, un bellissimo panorama pre appenninico  con l’alta del Monte Sant’Egidio (1057mt).

Proseguimento del tour in Via Jannelli, con visita esterna delle pittoresche Case Medioevali. Da qui si ritornerà in Piazza della Repubblica salendo per Via Roma, dove potrete ammirare la parte retrostante del Palazzo Comunale e la sua Torre.

Salendo per Via Benedetti e Via Maffei si giungerà difronte alla Monumentale Chiesa di San Francesco, costruita su una grande terrazza artificiale, di origine probabilmente Romana, luogo delle Terme,  i ” Bagni della Regina”.  La chiesa venne progettata tra il 1245 – 1246, da Frate Elia Coppi Primo ministro generale dell’ordine dei Frati Minori.

La  originarie forme dell’architettura conventuale, sobrie e rigorose, vennero stravolte a partire dalla fine del XVI secolo, quando furono scialbati gli affreschi che abbellivano le pareti e furono messi in opera gli altari laterali in pietra serena.

La Chiesa di San Francesco è il primo e il più qualificante esempio di una tipologia che risulta la più diffusa nell’ambito dell’architettura francescana. La chiesa si innalza maestosa sulla scalinata rifatta nella prima metà del XVII secolo. All’interno vengono conservate le reliquie insigni: il cuscino funebre di San Francesco, e il reliquiario della Croce Santa, oltre a un saio appartenuto, secondo la tradizione a San Francesco.

PROSEGUI ALLA SECONDA PARTE